Artistireggiani.it

Magnani Anna

  •  

     

      

     

     

     

     

     

    A ricordo di   ANNA  MAGNANI   – poetessa di vita – nata Reggio Emilia  nel 1945 e deceduta prematuramente  nel 2009;

    l’amico Ennio – titolare di codesto sito – la ricorda con affetto per le sue virtuosità, e comunica  con piacere la pubblicazione  - postuma morte -  del libro o plaquette dal titolo  “SOGNANDO GIRASOLI”, che raccoglie parte delle sue opere poetiche.

    Pubblicazione doverosa, voluta dalla sorella Bruna; per la reperibilità del libro  vedasi elenco rivenditori in galleria.

    (basta cliccare sull'icono in fondo pagina)  

     

    Una bellissima poesia scritta da

    Carmen Togni in OMAGGIO a

     Anna Magnani, Alda Merini

    e Amelia Rosselli

    ---------------------------------------------------

    ANNA, ALDA, AMELIA E ALTRE…

     

    A mazzi  o cara, l’hai raccolta la poesia

    sul sentiero impervio della tua esistenza

    dagli anfratti bui delle pietre aguzze

    ove odorose essenze han lenito

    gli squarci inferti alle tue carni

    di madre e sposa rifiutata e offesa.

    Ma il giusto tempo e cammino

    ora ti vedono con Anna, Amelia e altre

    camminare mano nella mano felici

    lungo le sponde eterne dei ruscelli

    ove sorella Acqua vi accoglierà

    affinchè  la gioia finalmente possa

    regalarvi i suoi  vestimenti più leggeri e belli.

     

    (Carmen  Togni)

     

    Seguono opera della stessa ANNA MAGNANI.

     

    VIENI  AMORE

    Prima

    che sfioriscano

    le mie labbra

     

    vieni amore

     

    vieni

    a baciarmi ancora

     

    Amore fantasma

    sospeso nel tempo

     

    notte deserta

    brivido di vento

     

    Amore

     

    Illusione e sogno

    le tue carezze

    le tue mani

     

    e mi sfiori e mi baci

    e ti sfioro e ti bacio

     

    e mi sfuggi

    e ti sfuggo

    Amore

     

    all’orizzonte

    appari

    di rosso infuocato

    Il cielo

     

    nuvole

    bianche e rosa

    corrono via

    silenziose e leggere

     

    e ti corro incontro

    volando

    ma sfumato sei

    stagliato

    contro il cielo

    all’imbrunire

     

    Prima

    che sfioriscano

    le mie labbra

     

    vieni amore

     

    vieni

    a baciarmi ancora

     

    ----------------------------------------------

     

    NON E’ AMORE

    Non è amore

     

    se la tua

    alba

    non vuoi

    vedere  sorgere

    insieme a me

     

    se la tua

    pelle

    non grida

    lo sfiorare

    delle mie dita

     

    e la carezza

    dei miei

    capelli

     

    Non è amore

     

    se la tua

    pace

    non vedi

    dentro

    e fuori

    il mio vivere

    se le tue

    labbra

    non parlano

    alle mie

    labbra

    il mistero universale

     

    Non è amore

     

    se nei tuoi

    giorni

    corri e vivi

     

    e non senti

    intorno

    l’eco

    dei miei silenzi

     

    se nel tuo

    pianto

    e nel tuo

    canto

    spazio

    non hai

    per la mia gioia

    e la mia paura

     

    Non è amore

     

    se una stella

    in una notte

    d’estate

    non ti porta

    per i sentieri

    delle mie notti

     

    e se non cerchi

    nel sonno

    il mio corpo

    accanto a te

     

    -----------------------------------------------

     

    L’ATTORE

     

    Si chiude il sipario

    in un fragore di suoni,

    applausi e luci.

     

    La gente si alza e se ne va.

     

    Rimane l’attore dietro le quinte,

    con il trucco ormai sbavato,

    in un volto bagnato di sudore.

     

    Ha finito di raccontare il

    personaggio.

     

    Rimane l’attore, con l’animo nudo,

    di fronte a se stesso.

     

    La sala è vuota, la gente è andata

    e l’attore, in freddo silenzio,

    si prepara per un nuovo personaggio;

    per dimenticare se stesso.

     

    --------------------------------------------------------------

     

    SOGNANDO GIRASOLI

    Fremono

    sulla collina

    le orme

    scavate nel vento

     

    sognando girasoli

     

    nuvole

    camminano

    il cielo

     

    frammenti

    di anima

    si rincorrono

    inquieti

     

    cercando verità

    ---------------------------------------------------