Artistireggiani.it

Freddi Giovanni










  • FREDDI  GIOVANNI

    Via Lusenti,1/1

    42100 Reggio Emilia RE

    Tel. 0522 454645


    -----------------------------------------------

    Autobiografia diGiovanni Freddi


    Nasce a Reggio Emilia in un anno (intenzionalmente) imprecisato del secolo scorso. Nella metà deglianni  ’60 si avvicina alla fotografia.Prima di allora il suo interesse era tutto rivolto alla produzione di filmsamatoriali in 8 e super 8 mm. Negli anni ’70 si dedica esclusivamente allarealizzazione di un audiovisivo dal titolo “LABYRINTH”.


    Quest’ultimo era composto da sequenze (ognuna delle quali illustrante un tema) di diapositive sottolineate da un commento musicale e intervallate da poesie del modenese Paolo Mucchi.


    (Nota di cronaca: alla proiezione assistettero non più di 25 “lettori” di manzoniana  memoria).


    Nel ’78 inizia a comporre i suoi ironici fotomontaggi ispirati dalla Pietra di Bismantova che presenterà, con successo in varie mostre sotto il titolo: “LA PIETRA DI PARAGONE”.


    Negli anni ’90 si dedica alla registrazione fotografica dei segni e simboli apotropaici dell’Appennino Reggiano; ne nasce una monografia (menabò di foto incollate) dal titolo: “I SENI DAL VOLTO DI PIETRA” che non verrà (sicuramente) mai pubblicata.


    Di recente la sua creatività si esprime tramite elaborazioni fotografiche realizzate sia con il sistema tradizionale del fotomontaggio (taglia-incolla) che con le nuove tecniche digitali.


    Giovanni Freddi vive e lavora a Reggio Emilia in via Lusenti,1/1 – Tel. 0522 454645.


    -----------------------------------------------------------


    “Freddi,  amante di una visione introspettiva dell’immagine, compone con le sue opere l’infinito puzzle della vita. Paesaggi con figure misteriose animano le sue notti lunari e tenebrose. Il comporre, lo scomporre, il fare aggiungono fascino alle sue composizioni fotografiche. Il suo occhio svela il gesto, svela ciò che sta prima dell’opera compiuta, la sua parte oscura rivelando magicamente l’azione con un notevole risultato artistico.”